L'Affresco "La scuola di Atene" con i suoi 58 scienziati e studiosi di tutte le discipline, dipinto da Raffaello Sanzio nelle stanze Vaticane, a 500 anni della morte dell’artista, ci porta nel contesto multidisciplinare della formazione degli insegnanti proponendo la modalità cooperativa dell’apprendimento, piuttosto che quella trasmissiva.


La formazione degli insegnanti è riconosciuta fattore strategico dalla Commissione Europea e dall’OCSE; è inserita negli obiettivi di Lisbona, UE 2020, e nell’Agenda 2030. Seguendo le indicazioni dei Consigli dei Ministri europei essa è stata organizzata nei diversi Paesi Europei con un percorso universitario professionalizzante coerente ed organico. In Italia si sono attuate dal 2000 proposte differenziate a volte contraddittorie con una modalità che non ha consentito alle università un impegno istituzionale programmatico. Ciò è diventato un’urgenza per le università e per il nostro Paese. La Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI) ha condiviso questa valutazione e deciso di condividere l’organizzazione di un Convegno su questo tema.

 Il convegno Professione insegnante: quali strategie per la formazione? è organizzato congiuntamente da GEO e dalla CRUI presso l’Università di Napoli Federico II dal 15 al 17 giugno 2020.

Per contribuire all’analisi delle esperienze più recenti GEO si è avvalso della preziosa collaborazione dell’INAPP per predisporre un Questionario sulla più recente esperienza del PF24 nel biennio 2017-1019, nella convinzione che la banca dati che emergerà dall’indagine costituisca costituire una solida e realistica base di partenza per la riflessione prevista nel Convegno di Napoli.