Questione centrale, tra gli obiettivi prioritari del sistema universitario, è lo sviluppo della qualità dell’insegnamento finalizzato a promuovere il miglioramento dei risultati di apprendimento non solo per favorire il successo formativo nel percorso di studi, ma anche per favorire un’adeguata preparazione culturale e professionalizzante.

 

Le finalità del Convegno:

_ANALIZZARE
i processi attuativi e gli esiti dei progetti sull’innovazione didattica presentati nel 2018 al Convegno di Bari.

_DISCUTERE
l’impatto delle attività a distanza in periodo di pandemia.

_PROMUOVERE
il miglioramento della didattica universitaria in tutte le sue dimensioni.

Il Convegno“Strategie per lo sviluppo della qualità nella didattica universitaria” si pone in continuità con il precedentesull’innovazione didattica universitaria, tenutosi all’Università di Bari nel 2018, che ha visto il coinvolgimentodi oltre 300 responsabili di 37 Atenei,con ruoli di coordinamento ed indirizzo di 15 Rettori e altri delegatiimpegnati in una riflessione congiunta su questioni emerse dal confronto di ricerche ed esperienze mirata all’intesa rispetto a strategie e modalità di miglioramento della didattica universitaria anche nelle specificità disciplinari.

Come una vasta letteratura sottolinea, porre le condizioni che garantiscano il successo formativo secondo le molteplici vocazioni dei giovani, in relazione alle sfide del mondo del lavoro, è un problema complesso e multi-prospettico ed è precipuo dei Rettori, delle Istituzioni e della comunità accademica farne obiettivo prioritario per individuare le condizioni di contesto e di metodo opportune, utili a implementare una didattica innovativa.

A tre anni dal primo confronto nazionale, dall’individuazione di un nucleo comune di obiettivi, di attuazioni differenziate, è importante confrontarsi sulle esperienze, inoltre, opo l’emergenza pandemica,che in pochissimo tempo ha richiesto cambiamenti repentini non solamente della modalità di erogazionedella didattica,ma anche dellagestionee delle logiche sottostanti, costringendo ogni realtà accademica a confrontarsi con il significato profondo del binomio innovazione-qualità, il sistema dell’istruzione universitaria è ancor più chiamato a ri-definire lasua identità e l’adeguatezza dellasua missionformativa per offrire soluzioni strategichesul piano curricolare, progettuale, metodologico-tecnologico e organizzativo.

 

 

Programma del Convegno

Aula Magna, Palazzo Ateneo
Piazza Umberto I, Bari

1 febbraio 2023

Ore 14 - Registrazione

Ore 14:30 Saluti istituzionali e relazioni di apertura:

Rettore UniBA Stefano Bronzini
Presidente ANVUR, Antonio Felice Uricchio
Direttrice GEO, Assunta Zanetti
Presidente CRUI*
Ministro MIM, Giuseppe Valditara*
Direttrice Generale, MUR, Marcella Gargano*
Presidente Comitato MIM sulla Diff Cult Sci, Luigi Berlinguer*
Presidente CSO, Marisa Michelini
 

Coffee break

Ore 16:00 – 18:00 Interventi in plenaria

Mapelli Daniela, Rettrice UniPD
Azioni strategiche per promuovere qualità, innovazione e sostenibilità della didattica: il progetto T4L dell’Università di Padova contributo

Claudio Pettinari, Rettore UniCAM
Didattica innovativa per il coinvolgimento degli studenti: la strategia di UNICAM

Fabio Pollice, Rettore UniSalento
La didattica e l'esperienza formativa universitaria

Paolo Andrei, Rettore UniPR
Qualità della didattica: appunti di viaggio di un rettore contributo

Sebastiano Fadda, Presidente INAPP
Sviluppo delle competenze e orientamento per l’occupabilità

Antonio Felice Uricchio, Presidente ANVUR
Valutare la didattica per promuoverne la qualità

Ore 18:00 – 19:00 Tavoli di lavoro
FASE 1: Scambio idee dai contributi ed esame delle questioni poste

Brindisi di benvenuto

 

2 febbraio 2023 

9:00 – 11:00 Tavoli di lavoro – FASE 2: Discussione sulle questioni e approfondimenti

Coffee break

11:15 – 12:25 Tavola Rotonda - Gli studenti: orientamento, inclusione, aspetti trasversali, terza missione e rapporti con il territorio.
Coordina Stefano Bronzini – Rettore UniBA.

Intervengono:
Maurizio Tira (UniBS, presidente GARR),
Luigi D’Alonzo (UniCATT),
Alessandra Celletti (ANVUR),
Monica Fedeli (UniPD),
Roberto Ricci (Presidente INVALSI),
Christian Marini (Studente-senatore UniBA)

12:25 -13:25 – Interventi in plenaria

Roberto Di Pietra, Rettore UniSI
La didattica del post pandemia nell'esperienza dell'Università di Siena contributo

Flavio Deflorian e Paola Venuti, Rettore e pro-rettrice UniTN
Il Teaching and Learning Center dell’Università di Trento: strategie di ateneo per l’innovazione didattica e la sua valutazione contributo

Stefano Bronzini, Rettore UniBA
Imparare insegnando

13:30 Pranzo a Buffet offerto presso sede congressuale

14:30 – 15:40 Tavola Rotonda – Il contributo alla didattica universitaria di Coordinamenti e Progetti nazionali
Coordina Giovanni Betta (UniCAS).

Intervengono:
Domenico Simeone (CUNSF),
Gabriele Anzellotti (ConScienze), contributo
Piero Salatino(CopI),
Daniele Livon ( ANVUR)
Ugo Cosentino (PLS), contributo
Assunta Zanetti (POT),

15:40 Marcella Gargano, Direttrice Generale delle Istituzioni della Formazione Superiore, MUR
Orientamento: una nuova risorsa per scuola e formazione superiore

Coffee station

16:15 – 19:30 Tavoli di lavoro
FASE 3: Elaborazione di principi condivisi

20:30 Cena sociale offerta presso il Circolo Unione – via Alberto Sordi 7 - Bari

 

3 febbraio 2023 

Ore 9:00 – 10:00 Tavola Rotonda - Le prospettive dei Teaching Learning Center
Coordina. Loredana Perla (UNiBA).

Intervengono:
Roberto Vecchi (UniBO),
Maurizio Sibilio (UniSA),
Elisabetta Bonvino (UniRoma3), contributo
Ettore Felisatti (ASDUNI),
Gianfilippo Nigro (Studente UniBA) contributo

Ore 10:00 – 10:50 Tavola Rotonda - Il contributo degli Hub Digitali alla didattica universitaria
Coordina: Teresa Roselli (UniBA).

Intervengono:
Susanna Sancassani (METID – PoliMI),
Tommaso Minerva (EDUOPEN – UniMORE),
Mauro Calise (Federica – UniNA),
Mariagabriella Mastandrea (Studentessa UniBA)

Coffee break

Ore 11:00 – 12:10 Report dei Tavoli di Lavoro

Ore 12:10 – 12:30 Vincenzo Zara (coordinatore Laboratorio Permanente per la Didattica CRUI).
Riflessioni per il futuro nella didattica e nella formazione degli insegnanti.

Ore 12:30. Conclusioni

TAVOLI DI DISCUSSIONE

 

B - Formazione Insegnanti e progetti di ateneo sulla Didattica Universitaria
Book of Abstract dell'intera Area B

 

B1- Formazione Insegnanti – Area professionalità docente
Referenti di Competenza:
M. A. Zanetti, Direttrice GEO
Nigris E, GEO UniMIB

Contributi di:

B2 – Formazione Insegnanti – Didattiche Disciplinari
Referenti di Competenza:
C Fazio, Coordinatore nazionale PLS -Fisica,
L Fregonese, SISFA

Contributi di:

 
B3 - Didattica Universitaria: progetti di ateneo
Referenti di Competenza:
I. Tempesta, GEO UniSalento
R. Job, GEO UniTN

Contributi di:

 
C- Didattica Universitaria - Area Scientifico Tecnologica
Referenti di Competenza:
F. Corbo, GEO UniBA
V. Polzonetti, GEO UniCAM
P Sapia, GEO UniCAL
B Spagnolo, SIF

 

Book of Abstract

 

Contributi di:

Albano Giovannina
Aquilini Eleonora
Barile Margherita
Candito Cristina
Continenza Alessandra
Corbo Filomena
De Guidi Guido
Dovier Agostino
Fazio Claudio ( 1 | 2 )
Garofalo Cristiana
Gentile Enrichetta
Lorenzi Marcella Giulia 
Mascella Raffaele
Majello Barbara
Motta Alessandro
Pulcini Gabriella Giulia
Ranieri  Maria
Re Nazzareno
Rossano Veronica
Sansone Nadia
Sapia Peppino (1 | 2 )
Spagnolo Bernardo
Stella Alessandro
Tamburnotti  Elisa
Zappoli

D- Didattica Universitaria - Area Scienze Umane e Area Giuridico Economico Politica
Referenti di Competenza:
R. Moscati, GEO UniMIB
M Morcellini, UniMarconi
A Uricchio, ANVUR
 
Book of Abstract area Scienze Umane
Book of Abstract area Giuridico Economico Politica

 

Contributi di:

Amenta - Scialdone Luisa - Onofrio
Bizzarro Francesco
Canfora Irene
Cantillo Clementina
Cavicchi Alessio
Cinganotto Letizia
de Mita Gabriella
Fabris Adriano
Fava Ferdinando
Gaeta Giuseppe
Illetterati Luca
Madonna Michele
Malagnini Francesca
Manti Franco
Morcellini Mario
Moro Paolo
Paoletti Giovanni
Savino Daniela 

E- Didattica Universitaria - Area Antropologia, Pedagogica, Psico, Medico e Sociale
Referenti di Competenza:
M. De Rossi, CRUI UniPD
M. Casacchia, GEO UniAQ
 
Book of Abstract

Contributi di:

Angelini Annalisa
Ausoni Simonetta
Barajon Isabella
Bosco Andrea
Casacchia Massimo ( 1 | 2 )
Crescenzo Giuseppe
De Rossi Marina
Di Cristofano Claudio
Fabiano Alessio
Familiari Giuseppe
Gelo Carlo
Gianeselli Irene
Giusti Laura
Grion Valentina 
Moè Angelica
Nuzzaci Antonella
Piazza Roberta
Rania Nadia
Reda Valentina
Robasto Daniela
Roncone Rita
Rossi Rossana Adele
Russo Eleonora
Saia Giorgia
Tedeschi  Cinzia
Ting Y.L. Teresa
Torre Emanuela M.

Presentazione del Convegno

Modalità di Lavoro

I lavori del Convegno si basano sui contributi che vengono annunciati con un titolo ed un abstract entro il 15/12/22 e poi inviati in forma estesa entro il 10/1/23, perché siano la base di discussione in Tavoli di Lavoro durante il Convegno. I lavori in formato esteso saranno infatti pubblicati entro il 25/1/23, perché tutti possano leggerli prima di venire al Convegno. Si prevedono due tipi di contributi: relazioni da tenersi in seduta plenaria da parte di Rettori o altri rappresentanti istituzionali invitati in Tavole Rotonde e contributi di delegati rettorali o studiosi del tema trattato per le discussioni nei Tavoli di Lavoro.

I Tavoli di Lavoro si svolgono per sessioni parallele e sono il cuore della discussione di contributi di ricerca ed esperienza sul tema del Convegno, allo scopo di individuare strategie condivise, che favoriscano l’attuazione differenziata, nelle autonomie degli atenei, di processi di qualità nella didattica. I tavoli sono per Aree Disciplinari, ma due di essi trattano le tematiche dell’Orientamento e della Formazione degli Insegnanti che costituiscono snodo importante per il raccordo con il mondo della scuola ed il successo formativo degli studenti che si iscrivono all’università. In ciascun Tavolo di Lavoro, oltre al coordinatore ed al relatore ci saranno coordinatori per competenza che contribuiranno alla discussione dei contributi pervenuti da prospettive diverse. Nei Tavoli di Lavoro non si fanno presentazioni di contributi, che vengono assunti essere letti in precedenza: si richiamano in 3 minuti ciascuno, si presentano in 15 minuti le riflessioni dei coordinatori per competenza e poi si discute in base ad una serie di questioni, che vengono qui proposte anche per ispirare i contributi.